La palla sbatte nel ferro e la spunta Fosso, 79 – 78 in un match ad alto tasso di adrenalina, complimenti ai nostri ragazzi che ci hanno provato conducendo per gran parte della partita

NUOVO BASKET FOSSOMBRONEBRAMANTE PESARO 79-78

 Fosso: Tadei 14, Donnini 2, Nobilini 5, Toccaceli, Clementi 1, Barantani 23, Perini 21, Puleo 5, Chiericozzi 8, Ceppetelli ne.               All. Giordani, Vice: Serafini.

Pesaro: Ricci 8, Gaggia 22, Clementoni 5, Ceccolini 4, Bongiorno 5, Oliva 2, Urbani 8, Nicolini 10, Di Sciullo ne, Amici 6, Rosa 8.               All. Nicolini, vice: Ugolini.

Parziali: 19-23; 14-14; 22-27; 24-14.

Arbitri: Forconi Giardini

 Commento: Abbiamo incrociato le dita sul tiro alla sirena di Matteo Ricci, il giovane play ha fatto la scelta giusta, questo decisamente si, ma lo sport come diceva Al Pacino “lo Sport è una questione di centimetri” e la palla sputata fuori dal ferro né è l’emblema, ripeto seppur avendo tutte le carte in regola per prendersi quell’arresto e tiro. Termina 79-78 per i locali, numeri che fanno pensare a un match combattutissimo, eccome se lo è stato!! Partenza sprint Pesaro con la guardia veterana Gaggia che mostra tutte le sue migliori armi offensive, attaccando con decisione e scaricando per i compagni che sono sempre pronti a ricevere negli spazi aperti dalla difesa. Fossombrone che risponde con le penetrazioni di Tadei e il sempre presente Perini, abilissimo nel catturare rimbalzi offensivi. Dopo un bellissimo coast to coast di Barantani che conduce i suoi sul meno uno arriva una prodezza di Nicolini, tripla da otto metri sulla sirena e 19 – 23 per Pesaro al termine del periodo. Nel secondo quarto il Bramante riparte con l’acceleratore con Nicolini, Clementoni e Urbani, il pivot del Fosso con il ben subentrato Barantani rispondono ai pesaresi, quest’ ultimo con freddezza risponde con la stessa moneta alla tripla di Ricci. Quattordici punti di squadra per ciascuno e punteggio che rimane invariato, in quanto Pesaro conduce sempre di quattro lunghezze nell’intervallo lungo.

Gli animi non si raffreddano, Gaggia ne piazza subito cinque filati, Bongiorno realizza un gran canestro col fallo. Fossombrone va a segno con Perini e per evitare un parziale coach Nicolini chiede time- out. Ottimo rientro ospite con Gaggia che ruba palla e Ceccolini che segna a rimorchio; il play locale Tadei sfrutta la libertà concessagli dall’arco e mette due triple di fila per il meno uno, strigliata di coach Nicolini dalla panchina e via che il Bramante  serra i ranghi in difesa costringendo i locali a tiri complessi e mettendo tutto il cuore possibile in campo vedi il tuffo di Urbani che recupera palla e manda in contropiede Gaggia che subisce fallo. Il piazzato di Urbani porta i suoi sul 55 – 64. Bramante che conduce ancora, l’intensità difensiva non si placa e in attacco veniamo premiati al tiro con le triple di Ricci e Nicolini. II padroni di casa, col favore del bonus raggiunto dopo pochi minuti, vanno quasi sempre a segno dalla lunetta con Perini, Puleo, Barantani e Chiericozzi, è lo stesso numero diciassette per i locali a siglare il canestro del meno due. Partita riaperta. Ricci per Pesaro va a segno, poi serve un bell’assist per Rosa; il veterano Barantani sale in cattedra in una match che lo ha già visto autore di grande basket: inventa un canestro, poi sigla una tripla e il successivo canestro per il vantaggio Fossombrone. Time out Bramante. Rosa segna il più uno, Barantani (23 pt) risponde subito. Sul 79 – 78 attacco pesarese a 24”, ma la palla non entra.

Peccato davvero, abbiamo condotto il match e giocato per lunghi tratti la nostra pallacanestro in attacco e in difesa, per vincere in questa categoria non bisogna mai abbassare la guardia poiché gli errori vengono sempre puniti. Complimenti ai ragazzi che ci hanno provato fino all’ultimo in un palazzetto che ha tanta storia e un pubblico caldissimo.

Sabato giochiamo contro il Campetto Ancona, formazione molto ostica, palazzetto di Villa Fastiggi ore 18:00 non mancate!! Forza Bramante!!

Due punti persi contro Ancona, Domenica affrontiamo una squadra forte in un palazzetto storico, sempre e comunque Forza Bramante!!

A S D BRAMANTE – A S D STAMURA ANCONA  63 – 69

BRAMANTE PESARO: Ricci 16, Clementoni, Amici (Cap) 4, Ceccolini, Bongiorno 4, Gaggia 6, Oliva 6, Urbani 4, Nicolini 13, Di Sciullo 2, Rosa 8. All. Nicolini – Vice: Ugolini

STAMURA ANCONA: Strappato 2, Bini 10, Bellesi 16, Centanni 14, Curzi 13, Giachi 12, Staffolani 2, Novelli  Pajola ne, Canali, Badaloni ne, Luini All. Marsigliani

 PARZIALI: 18 – 22, 11 – 12, 16 – 14, 18 – 21

 ARBITRI: Boccanera Notarangelo

Commento: pesante sconfitta in casa Bramante, nel turno infrasettimanale  i pesaresi perdono contro un’Ancona che ha mostrato la cattiveria giusta nei momenti che contavano. Per metà gara ha regnato l’equilibrio. Pesaro ha giocato bene di squadra sebbene non venga premiata al tiro; la Stamura però è presente e non fa regali in primis con le ottime iniziative di cap . Giachi  e Centanni, nel secondo periodo Bini segna dieci punti su dodici totali del quarto raccogliendo gli assist di un vivacissimo Bellesi nelle transizioni offensive. Primo tempo che si chiude sul 29 – 34. Il secondo tempo sorride inizialmente al Bramante, Nicolini è travolgente, ma Ancona risponde col Play Centanni che piazza due triple consecutive per il momentaneo più otto. Pesaro non ci sta e comincia a macinare si in attacco che in difesa. Mattatore di questi ultimi minuti è Ricci che costringe gli ospiti al time out. Bramante che è sotto di tre lunghezze. (45 – 48). I giovani del Bramante arrivano a due lunghezze dopo il libero di Gaggia dovuto a un tecnico anconetano per proteste e un bellissimo canestro di Bongiorno. Di qui in avanti Pesaro subisce le iniziative ospiti che per ben  tre volte segnano col fallo (una di giachi , 2 di Bellesi), mentre Curzi è sempre pronto negli scarichi e a subire falli che lo portano spesso in lunetta. Tardiva è la reazione della squadra casalinga che si riavvicina al meno sei con i canestri di Nicolini e l’ultimo della gara del play Ricci. Finisce 63 – 69.

Domenica ore 18:00 siamo di scena a Fossombrone, un match importantissimo!!

 

La spunta il Loreto nel derby, Giovedì arriva la Stamura Ancona per un match di vitale importanza, non mancate!!

LORETO PESARO – BRAMANTE PESARO 74-53

LORETO: Nardini, Savelli F. 15, Cambrini 11, Savelli L. 13, Jovanovic 19, Cicconi 2, Corsini 2, Fattori 4, Calcagnini 2, Giroli 6. All. Surico

BRAMANTE: Ricci, Gaggia 12, Clementoni, Ceccolini 2, Bongiorno, Oliva 6, Urbani 6, Nicolini 15, Di Sciullo 5, Amici 7. All. Nicolini, Vice. Ugolini

ARBITRI: Scaramellini e Ogmabi

PARZIALI: 22-13, 34-26, 53-41.

Commento: Partenza sprint del Loreto che le triple di Giroli e Jovanovic  e un Savelli L. ben inspirato in fase offensiva si porta sul 13 – 4 nei primi minuti, time out immediato per il Bramante. I padroni di casa non hanno intenzione di fermare il trand e continuano a segnare. Gli ospiti dopo aver sofferto l’ottima vena del gioco e le straordinarie percentuali al tiro  del Loreto trovano canestri importanti da Nicolini bene entrato dalla panchina e subito presente in campo con otto punti nel quarto. 22 – 13.

Dopo due canestri filati di Savelli F è il Bramante a metterci più energia a cominciare da una preziosa palla rubata da Di Sciullo che segna poi indisturbato. Il giovane Nicolini continua a mettere punti a referto. Sembra vicinissima la parità, ma due triple di Jovanovic e Cambrini dall’angolo portano il Loreto a chiudere la metà gara sul più otto, dopo una bellissima entrata di Gaggia. (34 – 26).

A inizio terzo quarto gli ospiti partono a spronbattuto; con i  canestri di Gaggia e Urbani si portano a meno quattro, ma è soprattutto con l’intensità difensiva che nasce la rimonta. Bramante che impone il ritmo di gioco e Loreto è costretta al time out per fermare il trand avversario. Padroni di casa che escono bene dal minuto e allungano sul più nove con due canestri di  Savelli F. e la tripla di Jovanovic. Match che cambia improvvisamente protagonista ed è ora il Bramante a chiedere il minuto. Bramante che esegue  pressione a tutto campo e accorcia nel punteggio con Amici e Di Sciullo. Sembra capovolgersi nuovamente la situazione, ma Loreto non ci sta e tre canestri consecutivi dall’arco firmati Savelli F. e due volte da Cambrini chiudono il quarto 53 – 41.

Nel quarto quarto il Loreto allunga ancora portandosi sul più diciotto; Bramante che smarrisce l’intensità difensiva mostrata nel secondo e terzo periodo. Savelli L. è una sicurezza e il solito Jovanovic (19 pt) segna col fallo e offre un bel l’assist per Corsini. Bramante reagisce pur tardamente col capitano Amici in tap-in, Gaggia da tre e Oliva che segna dopo aver catturato un rimbalzo offensivo. Loreto allunga nuovamente realizzando i liberi dopo il bonus con Fattori e Giroli. Termina 74 – 53.

In settimana Giovedì 03/12/2015 giochiamo il turno infrasettimanale con la Stamura Ancona, vi aspettiamo nel nostro campo di Villa Fastiggi ore 21, ora più che mai i ragazzi hanno bisogno di sentire il Nostro Tifo!!!

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Grande gioia e vittoria meritata contro la forte Urbania, Bramante gioca di squadra ed è ben lucido in difesa, i complimenti ai ragazzi per le terza vittoria in C Silver!!

BRAMANTE PESARO vs PALL. URBANIA   71 – 67

PESARO: Ricci 14, Amici 8, Ceccolini 2, Bongiorno, Gaggia 18, Oliva 2, Urbani, Nicolini 2, Di Sciullo 10, Rosa 15. All. Nicolini Vice: Ugolini.

URBANIA: Azzolini, Marini 3, Pentucci 19, Longoni 6, Tancini 5, Carciani, Diana 5, Dziho 2, Facenda 27. All. D’Amato

PARZIALI: 22 – 19, 19 – 19, 19 – 19, 13 – 10

ARBITRI: Buresta Vescovi

COMMENTO:  Il Bramante non delude nella prima giornata di ritorno del campionato C Silver. Dopo aver pagato lo scotto del salto di categoria nel girone d’andata arriva la risposta immediata contro Urbania in un match sentito quasi come un Derby. Primo tempo equilibrato, la posta in gioco è alta, il pubblico c’è e si sente, tutto questo a coronare un bel Sabato pomeriggio di basket nel nostro campo casalingo. Si chiude l’intervallo lungo col più uno per i padroni di casa 39 – 38. Sugli scudi fino questo frangente Rosa,  Gaggia e Ricci gran mattatore nei tiri da tre punti. Per Urbania salgono in cattedra Bicio Facenda e Pentucci. Nei primi minuti del terzo periodo le squadre si raffreddano, ma è solo una breve parentesi  in un’atmosfera molto accesa e viva; grande transizione di Pesaro  e tripla del cap. Amici, nell’altra metà campo Facenda segna col fallo. Il gioco in attacco dei pesaresi è molto più fluido rispetto le gare precedenti e anche riguardo le scelte i giocatori non peccano affatto.  Gaggia, da buon veterano capisce che è il momento di accelerare ed è autore di ottime iniziative. Urbania si tiene a contatto soprattutto con i tiri liberi di Facenda e Pentucci poiché Pesaro ha raggiunto il bonus.  Emozionante finale di quarto: Facenda decreta il vantaggio per gli ospiti con una tripla  e viene subito replicato dal play Ricci. Nell’ azione successiva Marini per Urbania segna da tre dall’angolo per il più uno; nuovamente Ricci con un arresto e tiro di pregevole fattura a portare in vantaggio i pesaresi . ( 58 – 57).  Ultimo quarto, quello che conta per davvero.  Bramante che piazza subito un mini parziale 4 – 0 firmato Di Sciullo e Oliva, Urbania risponde col solito Facenda sempre ben posizionato e lesto a rimbalzo offensivo. Ottime rotazioni nella zona 2 – 3 impostata da coach Nicolini, i giovani pesaresi sono molto concentrati e aggressivi nelle rotazioni difensive e limitano di gran lunga gli attacchi ospiti. Di Sciullo senza ritmo da tre punti, un canestro che esalta Pesaro che conduce a più quattro. Siamo nei minuti finali, Ricci serve l’assist a Rosa per il nuovo più sei, Facenda accorcia nuovamente catturando l’ennesimo rimbalzo offensivo e realizzando poi da sotto. Gaggia nuovamente riporta a sei le distanze con due liberi. Sono minuti incandescenti in cui un occhio guardi il campo con l’altro il cronometro, nulla termina finchè non suona la sirena..Pentucci (19 per lui) non ci stà e sigla due canestri che valgono il meno due.  Doppio time-out e Pesaro che a 12 secondi dal termine ha rimessa nella metà campo offensiva e  la palla per la vittoria. Come prevedibile Gaggia riceve e subisce fallo sistematico. Con la solita lucidità e freddezza segna entrambi i liberi. Finisce 71 – 67.

Vittoria di vitale importanza e grande entusiasmo, questo spirito di squadra dovrà cimentarsi anche nella prossima partita contro Loreto per il vero derby cittadino.  Noi ci crediamo Bravi ragazzi!!

Si chiude il girone d’andata con una sconfitta. Tolentino sempre in partita. Sabato altro turno casalingo contro Urbania

BRAMANTE PESARO – TOLENTINO 50 – 69

Parziali: 9 – 22, 8 – 13, 10 – 20, 22 – 14.

Arbitri: Pazzaglini Giardini

Bramante Pesaro: Ricci 6, Amici (Cap) 5, Ceccolini 9, Bongiorno 12, Gaggia 2, Oliva 4, Urbani 2, Nicolini 1, Di Sciullo 7, Rosa 2. All. Nicolini, Vice: Ugolini.

Tolentino: Rossi 3, Samardzic 4, Vissani 16, Prati 3, Pelliccioni (Cap) 2, Ciampaglia 9, Temperini 13, Laguzzi 14, Bartoli 3., De Marco, Cimini 2. All. Cecchini, Vice: Picotti.

Commento: il punteggio di fine partita non è bugiardo, Tolentino ha ampiamente meritato questa vittoria, il Bramante ha staccato la spina troppo presto contro una squadra costruita per stare nella primissime posizioni della classifica. A metà del primo quarto le squadre sono in perfetta parità 9 –9, coi canestri di Samarzic e Laguzzi per Tolentino; Urbani, Rosa e Bongiorno per Pesaro, spettacolare entrata coast to coast col canestro e fallo di quest’ultimo. Ospiti che prendono in mano la gara, segna da tre Vissani e nuovamente Laguzzi con canestro e fallo. La macchina offensiva dei pesaresi si spegne e Tolentino continua ad approfittarne, Bartoli realizza da tre il 13 (9 – 22). Ospiti sempre incontenibili, non cedono mentalmente seppur le percentuali non siano quelle del primo quarto. A mettere altra benzina nel fuoco ci sono anche chiamate arbitrali che hanno penalizzato troppo la difesa pesarese. Il pubblico si impazientisce e contribuisce nel dare una scossa ai ragazzi di coach Nicolini che chiudono bene gli spazi con la difesa a zone e accorciano le distanze con una parziale di sei a zero firmato da Oliva, Bongiorno e 2/2 ai liberi di Gaggia. Tolentino è ancora troppo avanti . a metà gara è 17-35. Il terzo quarto è la fotocopia del secondo, Bongiorno segna due bei canestri; Temperini per gli ospiti entra pienamente in partita mettendo in cassaforte nove punti nel quarto. Vantaggio che si incrementa quando vien fischiato anche un antisportivo esagerato a Nicolini su Vissani. Al Termine del quarto Oliva e il cap. Amici realizzano i canestri del 27 – 55. Partita nervosa nei primi minuti del quarto quarto. Tolentino chiede time – out . Bramante che reagisce al parziale ospite recuperando punti con Ceccolini (9 pt). Ricci, gli ospiti giocano col cronometro e Ciampaglia è precisissimo dalla lunetta. Pesaro recupera otto punti con una grinta mostrata tardivamente. Finisce 50 – 69. Bramante che chiude il girone di andata con due vittorie e sette sconfitte; essere esordienti in una categoria così di rilievo fa pagare l’inesperienza, ma siamo ogni giorno orgogliosi di parteciparvi e confrontarci con squadre attrezzate come il Tolentino. Occorre impegnarsi più del massimo per ambire agli obiettivi preposti, i nostri ragazzi lo hanno mostrato, seppur non con continuità nelle prime nove partite. Sabato prossimo 21/11/15 ore 18:00 siamo nuovamente in casa contro l’Urbania per la prima di ritorno, forza ragazzi non molliamo!!

Torniamo alla vittoria con una vittoria di squadra!! Bramante 72 – Fermignano 56

Bramante PS vs Fermignano: 72 – 56

Parziali: 19 – 12, 17 – 19, 20 – 13, 16 – 12.

Arbitri: Rosati Siliquini

BRAMANTE PS:  Ricci 8, Gaggia 7, Clementoni 4, Ceccolini 4, Bongiorno 15, Oliva 5, Urbani 3, Nicolini 7, Amici (Cap) 9, Rosa 10, Serpilli. All. Nicolini, Vice: Ugolini

PALL. FERMIGNANO: Giannotti, Cassese 9, Spadoni, Tagnani, Marchionni, Santi (Cap) 2, Roberti 16, Pontellini ne, Fontanella, Alleruzzo, Crescentini 5, Gjinaj 24. All. Biondi, Vice: Ciaroni

Commento: Torna il sorriso in casa Bramante, la squadra ha mostrato al pubblico che quando gioca compatta e diminuisce le pause di intensità è un’ osso duro. Fermignano allo stesso tempo è venuta a Pesaro a giocarsela; tra le loro fila spicca la presenza del play Roberti che due stagioni fa militò proprio nelle fila dei pesaresi e il pivot Gjinaj. La partita si scalda a metà del primo quarto quando Pesaro sfodera percentuali alte nel tiro dall’arco, in sequenza: Bongiorno, Gaggia, Amici e Nicolini. Ospiti che rincorrono nel punteggio, ma pericolosi con i prima citati Gjinaj e Roberti che realizza un bel canestro al termine del primo quarto e porta i suoi a meno sette. Nel secondo periodo parte forte Pesaro galvanizzata dal vantaggio, Fermignano passa a zona 3-2, ma viene punita da Oliva che ne mette quattro di fila ben servito da Nicolini. Fermignano a questo punto mette palla sotto canestro servendo ripetutamente Gjinaj che realizza a ripetizione (11 pt nel quarto). Cassese segna la tripla del meno due ospite. Quella che sembra una rimonta viene fermata con un break pesarese firmato col canestro e fallo di Bongiorno e un contropiede Gaggia per Ricci. Roberti, come sul finale del 1° quarto segna e questa volta col fallo portando i suoi a meno cinque.   36 -31 all’ intervallo lungo. Bongiorno ingrana la quarta a inizio terzo periodo, grande fiducia al tiro per lui ripagata da splendidi canestri. Roberti non ha intenzione di far scappare Pesaro e ne mette quattro di pregevole fattura. Nell’azione seguente Urbani ha in mano una palla preziosa e non fallisce il tiro da tre punti a cui risponde Cassese che riceve l’assist del suo pivot tagliando da lato debole. Match equilibrato fino a questo momento; ma l’allungo c’è eccome, il Bramante coscio delle sue alte medie al tiro allunga punendo la zona avversaria. Ci pensa in primis Rosa che riceve l’assist di Gaggia, poi le triple di Ricci e Clementoni (grande partita di tutto cuore per lui) portano Pesaro sul più dodici. (56 – 44). Nel quarto quarto continua la difesa arcigna del Bramante; Ceccolini fa un parziale 4 – 0 prima che il cap. Amici prenda in mano la gara, i suoi punti contribuiscono ad incrementare il vantaggio. Match che perde di verve nel finale, squadre un po’ più statiche, i padroni di casa hanno come amico il cronometro e giocano spesso al 24°. Nulla servono i cinque punti filati di Crescentini. Nella metà campo pesarese Bongiorno realizza un fantastico arresto e tiro. Rosa sigla il canestro finale. E’ vittoria per il Bramante !! 71 – 56.

I giovani di Nicolini non hanno deluso, le sconfitte delle precedenti gare non hanno affatto spento gli animi e questo lo si è riscontrato nell’ approccio in questa gara e anche nel lavoro settimanale in palestra. I complimenti degli allenatori e della Società ai giocatori per l’atteggiamento e il buon gioco espresso, la strada è quella giusta..

Sabato prossimo giochiamo nuovamente in casa contro Tolentino, l’ultima partita del girone d’andata. Stessa palestra, stessa ora: Sabato 14/11/2015 palestra Galileo Galilei ore 18:00. Vi aspettiamo per sostenere i nostri colori!

 

Anche il campo dell’Osimo ci è fatale. Prossimo impegno in casa contro Fermignano per ritrovare il successo!!

ROBUR OSIMO – BRAMANTE PESARO 77-58 (21-20; 19-11; 17-13; 20-14)

ROBUR OSIMOBelli ne, Lupetti 5, Armento, Cardellini 11, Cardinali 2, David, Rac 16, Tredici 16, Ferraro 8, Redolf 7, Principi 12 All. Francioni

BRAMANTE PESAROVincenzetti, Ricci 10, Gaggia 4, Clementoni, Ceccolini, Bongiorno 6, Oliva, Urbani 2, Nicolini 10, Di Sciullo, Amici, Rosa 26 All. Nicolini. Vice: Ugolini

Arbitri: Francesco Mattioli, Pietro Cisternino

Commento: Il campo della Robur Osimo è arduo, lo si sapeva dall’inizio. Per contrastare l’esperienza e i kg dei giocatori è necessaria la massima intensità. E’ esattamente ciò che accade nel primo quarto. Il match è subito caldo e ricco di episodi; le ottime esecuzioni degli schemi in ambo le metà campo esaltano le individualità e ne giova lo spettacolo per il numeroso pubblico e per la soddisfazione dei due allenatori. Rosa per Pesaro parte in quarta e conquista rimbalzi e punti; rispondono per i locali Principi e Tredici. Un bell’arresto e tiro di Gaggia chiude il quarto sul 21 – 20. Nel secondo quarto Rosa piazza un bel canestro da sotto e una tripla, non è da meno il nuovo acquisto Robur Rac, che si fa valere sotto canestro con movimenti di pregevole tecnica. Dopo un inizio esilarante la partita comincia a perdere di smacco, prevalgono le difese entrambe ben collaudate. Rac la sblocca con canestro e fallo, ma prima Rosa poi Nicolini in contropiede dopo un bel recupero portano il Bramante sul meno tre. Osimo non si scompone e con la tripla di Rac, i canestri di Tredici e Ferraro vanno sul più sette a metà gara 40 – 31. Nel terzo periodo Pesaro va a zona. I padroni di casa dopo aver chiuso il periodo lungo con un discreto vantaggio, non perdono la concentrazione e allungano ancora. Tredici e lupetti segnano due canestri da tre; il Bramante ha una reazione, non vuole concedere un ulteriore parziale alla Robur e risponde con le buone iniziative di Ricci, Nicolini e il solito Rosa sempre presente. Osimo non è da meno e mantiene il vantaggio guadagnato tra il secondo e il terzo quarto. 57 – 44 al termine. L’ultimo periodo è ancora in mano ai padroni di casa, Rac si mostra ancora una volta un osso duro da marcare sotto canestro e coach Nicolini chiama time out sul più 17 per i locali. Si alternano canestri da una parte e dall’ altra, Nicolini e Ricci fanno un parziale di 5 – 0 Pesaro e questa volta è coach Francioni a chiamare il minuto. La sostanza non cambia, il vantaggio rimane tale e il match si chiuse col una schiacciata di Principi ben servito da Cardinali. Finisce 77 – 58.

Prossima partita in casa affronteremo il Fermignano. Partita che si terrà Sabato 07/11 alla Palestra Galileo ore 18:00.

 

Brutta sconfitta contro la Virtus Civitanova, è ora di riprenderci putni in classifica e mostrare la grinta che abbiamo avuto col Fossombrone

Bramante vs Civitanova  59 – 77

Parziali: 19 – 13, 10 – 31, 13 – 20, 17 – 13.

Arbitri: Lanciotti Ammendola

Bramante: Vicenzetti, Ricci 6, Amici (Cap) 2, Ceccolini, Bongiorno 11, Serpilli 12 Gaggia 14, Oliva 1, Urbani , Nicolini, Di Sciullo, Rosa 10. All. Nicolini – Vice. Ugolini

Civitanova: Salvatori 2, Tessitore 12, Ferraro 7, Viozzi 4, Mosconi 8, Egidi, Poletti, Felicioni 12, Catakovic, Amoroso 26, Sbaffoni 2, Grande 4. All. Rossi

Commento: Brutta sconfitta in casa del Bramante, la Virtus Civitanova domina nel secondo quarto e non si ferma, piazzando un’efficace zona e catturando numerosi rimbalzi che hanno condotto a ulteriori soluzioni in fase d’attacco. Eppure nel primo periodo di gioco i padroni di casa avevano mostrato la verve nella metà campo difensiva e quella offensiva. Il quintetto messo in campo da coach Nicolini esegue straordinariamente gli schemi e assistiamo a bei giochi a due come quelli tra Rosa e Gaggia, tra Ricci e lo stesso pivot, Bongiorno realizza da due e da tre punti e il capitano Amici è sempre presente dal punto di vista tattico. La Virtus fa la voce grande a rimbalzo e Tessitore, subentrato nel quarto, dà una forte carica ai suoi piazzando un 5 – 0 di parziale. Il quarto termina 19 – 13  per  il Bramante. L’inizio del secondo quarto è la continuazione del primo con due contropiedi ben finalizzati da Gaggia e Ricci. Gli ospiti reagiscono con un mini parziale, ma il giovanissimo Serpilli piazza una tripla importantissima. Da qui in poi black – out per Pesaro; il match ha un solo protagonista: gli ospiti. Quest’ ultimi guidati da un carichissimo Amoroso ( 26 pt al termine) trovano sempre la via del canestro. Perfino un time out per spezzare il ritmo non inverte la tendenza del match le due triple di Felicioni al termine del quanto conducono la Virtus 29 – 44.Ricci da tre e Rosa portano a meno 11 i pesaresi, ma non c’è continuità, Civitanova cinico e sempre in partita; la difesa a zona dà i suoi frutti, in attacco Tessitore e Amoroso mettono a referto altri punti. Inoltre la Virtus e precisissima dalla lunetta.  Le due triple finali di Serpilli danno un barlume di speranza a Pesaro, che prova in tutti  i modi a evitare una pesante sconfitta casalinga. Bongiorno segna due triple a inizio 4° quarto e Civitanova chiama time out immediato. All’ uscita dal minuto il Bramante perde nuovamente smacco, il punteggio rimane pressochè invariato per alcuni minuti. Ciononostante la voglia di provarci fino all’ultimo c’è, ma è troppo tardi. Amoroso domina ancora sotto canestro ed è perfetto ai libero che danno un ulteriore allungo. Finisce 59 – 77.

La prossima partita saremo in trasferta contro la Robur Osimo Domenica 01/11/2015 ore 18:15.

Ufficio stampa Bramante BK Pesaro

Il Campetto si conferma squadra esperta e ostica, speriamo di rifarci contro Civitanova Sabato 24/10 tra le mura amiche

IL CAMPETTO ANCONA – BRAMANTE PESARO 55-47

ANCONA: Conte 5, Bartolucci, Pierlorenzi 6, Oprandi 13, De Fenza ne, Benini 10, Iurini ne, Schiavoni 3, Peloni, Ciarallo 15, Esposito, Baldoni 3.

PESARO: Vincenzetti, Ricci 9, Gaggia 4, Ceccolini 2, Buongiorno 6, Serpilli, Oliva, Urbani 4, Nicolini 6, Di Sciullo, Amici 6, Rosa 10.

Parziali: 19 -8, 6 – 14, 18 – 2, 12 – 23.

Arbitri: Paciaroni Notarangelo

Commento: le due squadre a inizio gara erano ricche di fiducia: Ancona perché si presenta da capolista, col vantaggio del campo, supportata da un nutrito e numeroso pubblico casalingo, Bramante che ha vinto la sua prima gara in C Silver contro il Fossombrone la scorsa settimana e come si dice: la Vittoria scaccia ogni male!!La bramosia per riconfermarsi è forte, ma sebbene  le due squadre condividano l’euforia del momento, la gara si presente piuttosto ardua in quanto in una metà campo, Il campetto, abbiamo l’esperienza e i muscoli di giocatori che hanno vissuto tantissime battaglie sui campi, dall’altra, Bramante,  la freschezza di una squadra molto giovane e pronta a farsi le ossa. Partenza sprint di Pesaro col pivot Rosa che fa un parziale 4 – 0, con annessa una schiacciata in contropiede; il Campetto recupera prontamente con le triple dei suoi lunghi Benini e Baldoni mentre Ciarallo domina il parquet in entrata e nei contropiedi realizzando ben undici punti nei primi dieci minuti. Con due canestri di Urbani per il Bramante il quarto si chiude 19 – 8. Gli ospiti entrano in campo più determinati nel secondo parziale, Gaggia realizza in entrata, attaccano con aggressività e Ancona ha il bonus dopo neanche tre minuti scarsi. Le mani comunque sono fredde per entrambi e il punteggio fatica a schiodarsi dal 21 – 14. Benini sblocca con due punti e allunga il vantaggio di nove punti. Pesaro sembra accusare, poiché nonostante una grande difesa corale non  trova la via del canestro. Manca solo questo, e Bongiorno con fiducia spara una gran tripla che galvanizza i giovani del Bramante. Rosa ne mette altri quattro e al termine del quarto viene fischiato un tecnico ad Ancona. A metà gara il punteggio si riequilibra sul 25 – 22.

Nel terzo quarto la realtà è tutta nei numeri, il Campetto è stato travolgente fin da subito e con un parziale di 12 – 0 va a più sedici. Pesaro tenta di limitare i danni passando a zona, ma ha smarrito le idee in questo periodo e le triple di Oprandi e Pierolenzi chiudono un quarto disastroso. Ancona a più 19. Recuperare non è impresa impossibile, il basket è entusiasmante anche per questo. Pesaro deve ritrovare la compattezza e i canestri del secondo quarto. Polveri bagnate a inizio quarto punteggio bassissimo, dopo il 3/3 dalla lunetta della guardia anconetana Conte, Pesaro ha una scossa improvvisa e in piazza un parziale 9 – 0 firmato Amici, due volte Nicolini e una tripla di Ricci. Time out immediato per i padroni di casa. All’uscita dal minuto di nuovo Ricci a depositare, il cap. Pierlorenzi non ci sta e segna il suo secondo canestro da tre della partita. Pesaro non si scompone, sa che non ha poche occasioni per riagguantare Ancona la quale, con intelligenza, rallenta i ritmi di gioco in attacco avendo  il cronometro come amico. Amici segna il meno otto per gli ospiti, ma Oprandi per ben due volte spegne le speranza del Bramante con due canestri da tre. A poco o nulla servono le triple di Ricci e Bongiorno sul finale. Finisce 55 – 47.  La prossima partita il Bramante affronterà tra le mura amiche  la Virtus Civitanova palestra Galileo Galilei Villa Fastiggi, ore 18:00.

Campionato 2014